Chi Siamo

MCS E’ un’Associazione di Volontariato apolitica e aconfessionale, avente natura ufficialmente riconosciuta di Organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS).

Il Logo raffigura la torre civica posta sul mondo, sovrastata dall'arcobaleno che indica, insieme alla speranza, la ricchezza della pluralità sociale e culturale e l'unione fra politica locale e politica globale. La Sicilia è differenziata nel colore dal resto dell’Italia, non per separatismo ma per competenze territoriali.

Il MCS, attraverso strumenti di architettura civile, sviluppa le proprie azioni nei confronti della promozione dei diritti delle persone in difficoltà, come lavoratori mobbizzati, anziani, persone in situazione di disagio e/o diversità e di cittadini che segnalano casi di difficoltà civile e sociale.
Svolge, pertanto, attività spontanea e gratuita con prestazioni personali non occasionali di volontariato attivo e diretto per la promozione dei diritti civili della persona e nell'affermazione della solidarietà come condivisione.

In generale, il MCS persegue lo spirito della solidarietà civile, sociale e culturale rivolto alla generalità dei cittadini, verso terzi e non soltanto per i propri soci o iscritti, nel pieno rispetto della libertà e della dignità delle persone nonché delle realtà locali.

Sin dalla sua costituzione, MCS ha istituito uno sportello di prima accoglienza, ascolto, informazione ed orientamento per il "Mobbing", attraverso un'équipe di aderenti, che prestavano gratuitamente le singole professionalità di tecnico, di psicologa, di medico del lavoro e di assistente sociale, adoperandosi a sostegno di quei lavoratori che reputavano di essere vittime del mobbing.

L'équipe ha fornito informazioni e chiarimenti sul fenomeno del mobbing, indirizzando l'utente, se necessario, per un supporto medico presso il proprio medico di base e/o un'assistenza legale e orientando anche, se necessario, il lavoratore verso una struttura pubblica (AUSL) convenzionata con il MCS di Disagio di Salute Mentale per una terapia psichiatrica o verso il Servizio di Psicologia per una terapia di sostegno psicologico.

In data 07/02/2003 si iscrive al CeSVoP (Centro Servizi per il Volontariato di Palermo) e di seguito partecipa alla manifestazione "Volontariato in piazza" svoltasi nei giorni 30/31 maggio e 1° giugno 2003. Di concerto con il CeSVoP e con il Patrocinio del Comune di Palermo, organizza il convegno "Allarme mobbing", aperto a tutti e non solo ai propri soci, svoltosi a Palermo il 2 aprile 2004 presso la ex-sala stampa dei mondiali di calcio, con lo scopo di divulgare, di informare e di analizzare l'evento del mobbing nella realtà siciliana attraverso un percorso concreto del vissuto sociale, giuridico, psicologico e psichiatrico.

Di tale convegno viene realizzata una rassegna stampa e la produzione degli atti distribuiti, successivamente e gratuitamente, ai partecipanti richiedenti.
Gli stessi sono stati poi pubblicati dal CESVOP nella collezione “QUADERNI” al n° 6.

Partecipa alla manifestazione promossa dal CeSVoP "Volontariato in piazza" svoltasi nei giorni 24 e 25 aprile 2004 patrocinata dal Comune di Palermo - Assessorato alle Attività Sociali.

Svolge dall’11 marzo al 18 aprile 2006, il corso gratuito per “Operatore di sportello anti mobbing”, in collaborazione con il CESVOP, per offrire l’opportunità, ad altre Associazioni del no profit, di potere fare acquisire a propri associati e non, conoscenze e competenze di base nel campo del mobbing ed, in generale, del servizio di sportello. Attraverso un percorso concreto sugli aspetti tecnici, sociale, giuridico e psicologico, si dà l’opportunità ai corsisti di acquisire contenuti basilari sulla tematica del mobbing.

L'accrescimento dei fruitori e il distacco da Palermo di alcune figure professionali dello sportello anti-mobbing, per motivi di lavoro, ha richiesto e richiede il ripristino quali/quantitativo delle professionalità di staff dello sportello per potere riprendere tale attività.

Collabora disinteressatamente, in quanto crede nella rete sinergica tra le realtà del Terzo Settore, con Organizzazioni non lucrative di utilità sociale, con il Volontariato, la Cooperazione sociale, Istituzioni ed Aziende per l'inserimento lavorativo di cittadini a rischio di emarginazione sociale e/o in situazione di diversabilità.

Nel tempo le sinergie collaborative sono state attivate con: il Consorzio Ulisse, Unità Operative di Supporto di Psicologia del Lavoro dell’ASP Palermo, UNICEF Comitato di Palermo, Coordinamento Donne - Pari Opportunità - CGIL/CISL/UIL Regionale Sicilia, Istituto di Medicina del Lavoro dell’Università di Palermo, Associazione Industriali della Provincia di Palermo, Movimento di Volontariato Italiano - Federazione di Palermo, Consigliera Provinciale di Parità della Provincia di Palermo, Accademia di Psicologia Applicata, Animazione Missionaria Volontariato Internazionale per lo Sviluppo, Associazione Futuro Semplice - ONLUS – Palermo, Coordinamento per i Diritti delle persone con disabilità nella Regione Siciliana - Onlus, Cooperativa sociale Voglia di Vivere - Trapani, Cooperativa sociale Immagine – Palermo, APS Passepartout.

Iscritto ed interagisce con gruppi quali: Rete Palermo Pulita; Palermo Indignata; il Genio di Palermo; i Monumenti abbandonati di Palermo; Comitato Cittadino Cuba-Calatafimi -Per una città migliore.




Nessun commento:

Posta un commento